Risoluzione su “Allargamento del laboratorio di CCC al di fuori della città: discussione ed approvazione di un documento di orientamento”

Risoluzione su “Allargamento del laboratorio di CCC al di fuori della città: discussione ed approvazione di un documento di orientamento”

1.In sede di plenaria, ed in interlocuzioni successive, è emersa l’esigenza di cambiare nome al laboratorio politico, quando si compie un’azione sociale e politica fuori dalla città di Cagliari. L’assemblea plenaria, riunitasi il 27 ottobre 2016, decide di intraprendere il percorso di allargamento del laboratorio politico “Cagliari Città Capitale”, che deve essere frutto di interlocuzioni che ci impegniamo a portare avanti nei prossimi giorni e settimane, che impegna gli aderenti stessi al laboratorio.

2. I caratteri di questo allargamento saranno l’inclusività, l’apertura e la fraternità verso processi simili che stanno avendo luogo in Sardegna. L’allargamento deve avvenire sulla base del patto costitutivo di Cagliari Città Capitale (che riportiamo in allegato), e con il portato dell’esperienza politica finora maturata (rintracciabile sul sito www.cagliaricittacapitale.com).

3. Il Codice Etico di Cagliari Città Capitale è il modo con cui intendiamo la politica. Continueremo a perseguirlo e praticarlo nel processo di allargamento del Laboratorio.

4. Cagliari Città Capitale, come logo e come progetto politico, deve rimanere per la città. Con le elezioni comunali del 2016 abbiamo acquisito una soggettività politica che vogliamo rafforzare.

5. In una fase storica in cui il XXI secolo, per via di precise scelte di politica economica e politica estera europee ed italiane, rischia di essere il secolo di un tentativo di annientamento sociale del popolo sardo, la costruzione di una proposta politica alternativa non può aver luogo senza una forte mobilitazione sociale di massa, che oggi è assente. Il processo che iniziamo prende atto, in modo problematico, di questa situazione e lavora per un radicamento sociale che contribuisca alla nascita di una mobilitazione sociale di massa sui temi del lavoro, dell’ambiente, della cultura.

6. Non è nostra intenzione costruire un partito. E’ nostra intenzione rafforzare relazioni sociali e politiche proprie di un laboratorio politico.

7. L’adesione al Laboratorio politico sarà libera, e condizionata alla confluenza verso gli obiettivi che racchiudiamo nel concetto di “Agenda 2019”. Le scelte che compieremo saranno sulla base del principio “uno vale uno”, e valorizzeranno forme moderne di partecipazione. La prossima assemblea plenaria chiarirà le modalità di adesione al laboratorio politico allargato.

8. La formazione politica, e la formazione delle giovani generazioni, insieme all’attività di ricerca, sono tra le nostre priorità.

8. Invitiamo i movimenti sociali, le organizzazioni politiche, le donne e gli uomini impegnati per una Sardegna in cui valga la pena vivere e crescere i propri figli, ad unirsi in questo cammino.

9. I singoli aderenti a Cagliari Città Capitale, le sue organizzazioni, si considerano impegnate in questo processo, e decidono di rivedersi, su questo specifico punto, subito dopo il referendum costituzionale del 4 dicembre.

Comments

comments

Related Articles

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. Maggiori Dettagli

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostate su "consenti cookies" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Chiudi